5. sketches are the best way to go through the works/ i disegni parlano molto piu’ di tante parole

have to add more!

4. any reference to a person a thing… is purely coincidental / qualsiasi riferimento a persona o cosa…e’ puramente casuale

ovvero, l’esperienza estetica si e’ allontanata da un rapporto diretto con la luce naturale / the aesthetic experience has moved away from a direct relationship with natural light

a.la scelta dei miei colori si riferisce volutamente ad una gamma di colori artificiale. I nostri riferimenti non sono piu’ i colori della natura. ma in CMYC e Pantone (>link a testo RGB/ rosso giallo e blu) e non piu’ ad una dimensione additiva b. la scelta dei materiali pongo, rete…(to be continued)

3. ( 1+2) circularity: time and experience(to be continued)

rapporto delle opere nel tempo_densita’ e transversalita’

2. about size and context (to be continued) / misure e spazio di riferimento della pittura: il problema del contesto

La misura delle mie tele : ripetizione e grandezze / il corpo e l’importanza dell’esperienza /The size of my canvases: repetition and size / the body and the importance of the experience

i luoghi – i percorsi /the places the itineraries

CAL EDONIA C’E’ del 2001 e’ un’opera che attraversa 3 luoghi: una galleria, una fondazione e un luogo occupato

l’esperimento di building Caledonia 2006 che collega il mio studio di Roma con quello alla residenza dello Schloss Wiepersdorf

la Tenda_15 km 2011 portata in manifestazione e approdata in galleria per poi raggiungere Riace e l’esperienza del MAAM, Museo e spazio occupato

1.About titles/a proposto dei titoli

ex:” la foresta che avanza” meaning the forest ahead but also the residual forest/”vite” meaning more lives the plural of life but also screw and grapevine

(>scroll for more examples has to be continued )

I am interested in engaging a dialogue with words when they open up and remain active in a dynamic that accepts the irony and deepness of meaning and the verticality of its consistency. Translating them will be a way of further exploring this chasm. For the rest I ask Deepl to help and your contribution or Silvia Crepax for more specific important texts translations from Italian German.

* in italian, my native language, many different meanins, are contained in the same same word, not stricktly defined. ( In German, for example, the use of uppercase/lowercase letters and thus the written word, distinguishes the difference between noun and verb. (“Strecken” is a line run between two points – “strecke” Ich strecke mich_ I stretch I extend myself)

Mi interessa il dialogo con le parole quando tendono alla circolarita’, non unilaterali, abbracciando gli opposti; senza capo ne coda ,o meglio, come un cane che si morde la coda, attive in una dinamica che accetta l’ironia del significato e la vertigine del suo limite. Tradurle sara’ un modo di sondarne ulteriormente la verticalita’.

Molti dei miei titoli giocano sulle doppie, molteplici valenze, di alcuni vocaboli*.

* nella mia lingua madre, l’italiano, si nascondono dietro alla stessa parola piu’ significati. Diversamente in tedesco ad esempio, l’uso del maiuscolo/minuscolo e quindi la parola scritta, distingue la differenza tra nome e verbo. “Strecken” e’ linea percorso tra due punti, tratta – “strecke” Ich strecke mich_ mi allungo mi estendo).

ex: Totem Monitor in German can mean “the dead monitor” but also the totem es emblem of a group of people

Spektrum/spettro/ spectrum sia spettro ma anche figura di diffrazione creata dalla scomposizione della luce nelle sue componenti cromatiche/but also diffraction figure created by the decomposition of light into its chromatic components.